Verifiche e Tarature

Per attivare impianti di produzione di energia elettrica è necessario installare adeguati misuratori tarati e certificati da un laboratorio metrologico che sia autorizzato e in possesso di idonea certificazione dell’Agenzia delle Dogane (UTF).

La nostra azienda, in collaborazione con idonei laboratori autorizzati e accreditati UTF, esegue le verifiche e rinnovo tarature su gruppi di misura.

Le nostre tarature possono inoltre essere eseguite in loco presso specifici siti di produzione, in quanto siamo autorizzati ad operare in tutto il territorio nazionale.

Analizzando le specifiche di ogni singolo impianto siamo inoltre in grado di fornire direttamente gli strumenti di misura necessari e garantirne la corretta installazione e funzionalità come da
normative.

21_176_2-300x214

Verifica Fiscale su gruppi di misura di energia elettrica.

Prove di VERIFICA e TARATURA, a carico reale, di complessi di misura a interesse fiscale a servizio di impianti di produzione energia elettrica.

DESCRIZIONE :

A norma di Legge la taratura dei gruppi di misura di energia elettrica, aventi rilevanza fiscale, deve essere eseguita da un ENTE AUTORIZZATO, ogni 5 anni per i contatori ad induzione ed ogni 3 anni per i contatori statici.

Si rammenta che la mancanza effettuazione della taratura oltre a comportare delle sanzioni amministrative, può portare alla perdita delle agevolazioni concesse dall’Agenzia delle Dogane per la produzione di energia elettrica.

La nostra azienda, in collaborazione con idonei laboratori metrologici autorizzati dall’UTF, può eseguire le verifiche e il rinnovo tarature sui complessi di misura a servizio di impianti di produzione energia elettrica, e in caso diventiate o già siate nostro cliente sarete inseriti nel nostro database in tal modo verrete avvertiti in prossimità della scadenza della certificazione di taratura.

VERIFICA A CARICO REALE

La verifica e il controllo a carico reale permette di verificare l’esatta inserzione del gruppo di misura (contatore TA TV), l’errore percentuale, la potenza istantanea singola e totale, il fattore di potenza e il senso ciclico delle fasi. Tutti questi parametri uniti all’errore percentuale concorrono ad una analisi completa della misura.

Secondo le disposizioni previste dalla circolare del Ministero delle Finanze n°28/D del 26/01/1998 il controllo dovrà avvenire ogni 3 ANNI per contatori statici e ogni 5 ANNI per contatori ad induzione.

pdf_icona Circolare n.28/D